Eco-Bio…cosa è?

Una cosa a cui mi stò avvicinando da poco tempo è la cosmesi Eco BIO, ovvero tutto quello che sono i prodotti a base naturale e attenta all’ambiente.
Molte volte per poca conoscenza o per distrazione non facciamo molto caso a ciò che usiamo sul nostro viso o sul corpo..
ecco una spiegazione generale riguardo l’argomento

 Image

Cos’è la cosmesi eco-bio? e..esiste davvero?
In generale per cosmesi eco-bio stiamo ad indicare:
Una cosmesi ECOlogica (detta anche eco cosmesi)  attenta all’ambiente, che non prevede l’utilizzo di sostanze derivate dal petrolio o da prodotti chimici di utilizzo industriale, che è anche BIOlogica (bio cosmesi), ovvero  utilizza ingredienti provenienti da coltivazioni biologiche.
– la cosmesi è ECO (ovvero ecologica) solo se esclude negli ingredienti i derivati del petrolio e le sostanze chimiche.
– ed è BIO (quindi biologica), quando le sostanze contenute, oltre che essere naturali, provengono da colture biologiche in quanto coltivate senza pesticidi o sostanze tossiche.
Cosa sono siliconi, petrolati e parabeni? 
  • PARABENI: I parabeni, dalla contrazione di “estere para-idrossibenzoico” sono una classe di composti organici aromatici, esteri dell’acido 4-idrossibenzoico, utilizzati da oltre 50 anni come conservanti nell’industria cosmetica, farmaceutica, e alimentare per le loro proprietà battericide e fungicide.
  • SILICONI: Conosciuti da decenni, solo agli inizi degli anni Novanta del secolo scorso, quindi da poco meno di vent’anni, sono stati introdotti massicciamente nelle preparazioni cosmetiche. Sono composti che non si trovano in natura, a base di silicio; se la natura produce tutta una serie di composti a base di carbonio, l’uomo ha prodotto in laboratorio analoghe sostanze a base di silicio, capaci di creare lunghe catene di legami chimici e dalle caratteristiche molto differenti. Molte aziende cosmetiche, invogliate dalle numerose proprietà idrorepellenti, antistatiche e duttili dei siliconinonché dalle loro capacità di resistenza alle alte temperature e al tempo impiegano fortemente nei loro prodotti tali elementi.
  • PETROLATI: Il petrolato, o vaselina o gel di petrolio, è una gelatina ottenuta dal petrolio per raffinazione. Si ottiene dai residui della distillazione del petrolio rimasti dopo la totale evaporazione dell’olio. È costituito da idrocarburi saturi composti di solito da almeno 25 atomi di carbonio. La sua formula dettagliata varia a seconda della qualità del petrolio usato e del metodo di raffinamento adottato. Le qualità migliori sono chiamate petrolato bianco e trovano impiego nella farmaceutica e nella cosmetica.
I cosmetici green non devono neppure contenere alluminio, nickel ed allergeni che possono nuocere alla salute.
Cos’è l’INCI?  E’ l’elenco degli ingredienti che compongono un cosmetico: significa International Nomenclature of Cosmetic Ingredients e viene declinato in due lingue universali, il latino per nominare gli estratti vegetali e l’inglese per i componenti chimici.
Ad oggi non vi è nessuna norma che obblighi l’indicazione della percentuale degli ingredienti utilizzati ma normalmente i componenti devono essere elencati in ordine decrescente di quantità: per primi quelli in dose maggiore (di solito troviamo l’acqua), via via poi quelli in dosi minori (1%, 0,1% ecc.). Alla formula base del cosmetico vengono aggiunti i principi attivi ovvero quelle sostanze in grado di apportare gli specifici benefici per un dato problema, questi in genere, sono riportati nella parte centrale dell’INCI, preceduti da tensioattivi, gelificanti, umettanti e seguiti da conservanti, coloranti e profumi.

 Come si legge un INCI

Image

Un INCI è strutturato in modo che al primo posto sia indicato l’ingrediente contenuto nel prodotto in percentuale maggiore e all’ultimo posto quello contenuto in percentuale minore. Sopra potete vedere due esempi di INCI ottimo (a sinistra) e pessimo (a destra)
I nomi degli ingredienti possono essere scritti in inglese o in latino: quelli in inglese sono utilizzati per le sostanze che hanno subito un intervento chimico, quelli in latino sono invece di derivazionevegetale e non hanno subito alcun processo chimico. Ad esempio l’acido ialuronico viene indicato con il suo nome inglese Hyaluronic Acid, mente l’olio di oliva viene indicato con il suo nome botanico Olea Europaea Oil. Unica eccezione sono i coloranti che vengono sempre inseriti in fondo con la sigla C.I. (colour index) seguita da un numero che li identifica.
Quì il Biodizionario che può esservi utile per conoscere i nomi delle varie sostanze cosmetiche :
ELENCO DELLE CERTIFICAZIONI ECO BIO :
———————-
fonti :

 

Annunci

2 pensieri su “Eco-Bio…cosa è?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...