Gli Oleoliti : cosa sono e come si preparano

Avvicinandoci al mondo dei rimedi curativi e di bellezza naturali, è impossibile non imbattersi negli oleoliti. Cosa sono esattamente?
Sono semplicemente degli oli contenenti le proprietà curative di alcune piante officinali, che possono essere per l’appunto usati anche in ambito cosmetico.

Solitamente si preparano con degli oli base ricchi di antiossidanti tipo l’olio di oliva, di riso o vinacciolo.

Per quanto riguarda le erbe invece si può scegliere tra tantissimi tipi, ovviamente è necessario documentarsi sulle varie proprietà di ciò che si vuole adoperare [Proprietà erbe].

Possiamo anche decidere se usarle secche o fresche, mettendo in conto che le erbe secche ci facilitano il lavoro non contenendo acqua e quindi allontanando le possibilità di irrancidimento

Generalmente le dosi sono di 250/500 gr di erbe in 750/900 di olio, comunque vi potete regolare anche in altro modo se procedete con il metodo a freddo, ovvero dividere il vostro recipiente in 5 parti : la prima sarà riempita dalle erbe, dalla seconda alla quarta sarà tutto olio mentre la parte restante rimarrà vuota per permettere di agitare il contenuto durante l’infusione

Come si può preparare un Oleolito?

I metodi possibili sono 3 :

  • digestione a freddo – si preparano le erbe mettendole in un barattolo di vetro, si aggiunge l’olio sino a coprirle completamente. Si chiude per bene il recipiente e si lascia per 40 giorni in un luogo fresco e buio, agitandolo almeno una volta al giorno. Una volta passato il periodo di macerazione si filtra il tutto con una garza di cotone facendo attenzione di spremere per bene le erbe. Travasate il contenuto filtrato con un imputo in bottiglie di vetro scuro
  • digestione a calore solare – è un metodo più veloce ma che richiede più attenzione. In questo caso il contenitore è meglio che sia di vetro scuro o protetto con della carta stagnola in modo che i raggi solari non vadano a diretto contatto con l’olio. Si mette in esposizione al sole per tutta la durata del giorno, come il sole tramonta lo si mette al buio. questo processo richiede un paio di settimane.
  • digestione a bagnomaria – si mettono erbe ed olio a bagnomaria per un paio di ore.  si tolgono dal fuoco e si fanno raffreddare completamente.  Filtrate, imbottigliate ed etichettate

I rischi di irrancidimento sono proprio pochi se si fà attenzione al tipo di erba ed olio che si utilizza, per sicurezza al preparato potete aggiungere dell’olio di jojoba, del tocoferile acetato (Vitamina E) oppure un rametto di rosmarino che ovviamente potrebbe alterare l’odore del vostro prodotto.

Spero che questo post vi sia di aiuto per poter sperimentare anche voi con erbe ed oli 🙂

a presto!

Manu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...