Make Up multietnico – Afroamericano

makeup-afr

Presso molte culture africane la comunicazione non verbale si esprime soprattutto attraverso l’arte dei segni, delle forme e dei colori.

La pittura corporea è stata una delle prime forme di espressione artistica dell’umanità. All’alba dei mondo, i nostri antenati scoprono le terre colorate, il carbone di legna, il gesso, il succo delle bacche, il sangue degli animali e altre fonti di tintura e li utilizzano come un alfabeto del corpo: per impressionare il nemico in battaglia, camuffare il cacciatore, definire una posizione rituale o semplicemente sedurre.


Eccovi alcuni tipi di decorazione che tutt’oggi vengono esposte durante delle danze in alcune manifestazioni popolari

3ed3wr

cats

Ma passiamo a quello che è la cosmetica odierna e quindi ad un  approfondimento sulla tipologia di pelle ed i vari accorgimenti nel make up

african-beauty

Le tipologie somatiche della donna dalla pelle scura differenziano notevolmente a seconda della zona di origine. Variano dai tratti molto pronunciati dell’Africa centrale ai lineamenti estremamente eleganti delle donne somale, etiopi o sudanesi.

La componente del pigmento melaninico subisce notevoli variazioni, dando origine a svariate possibilita’ di colore a seconda della zona geografica: dal nero-blu assoluto all’ambrato tipico dei creoli.
La pelle scura e’ generalmente molto piu’ ricca di ghiandole sebacee e sudoripare della nostra, questo per affrontare la necessita’ di una maggiore termoregolazione nell’adattamento organismo-ambiente

makeup_tips_for_African_American_skin_tones4

Preferibile quindi usare prodotti mat a effetto opacizzante, preceduti dall’applicazione di gel o lozioni astringenti. Vanno bene anche gli stick , vista la loro pigmentazione piu’ pronunciata e quindi maggiormente coprenti. In commercio ne esistono pressoche’ di tutte le tonalita’ di colore, tenendo conto che deve avvicinarsi il piu’ possibile a quello della pelle, ma con un tocco di dorato in piu’ ai fini di ottenere un carnato piu’ luminoso.
Piccole cicatrici e discromie vanno trattate con del prodotto da camouflage, applicato con un pennello di precisione, avendo cura di non debordare e soprattutto di ottenere una colorazione adatta miscelando tonalita’ diverse. La linea degli occhi viene evidenziata da un Kajal scuro, gli ombretti sono di solito di colori caldi, dal pesca al prugna o marrone, per un trucco da sera vanno bene anche l’oro, il bronzo e i luminescenti in genere, che assicurano risultati di grande effetto. La forma e i volumi dell’occhio giocano su uno adeguato chiaro-scuro, a tal fine uno ottimo risultato si puo’ ottenere tramite la stesura di un ombretto chiaro sulla palpebra mobile, che contribuisce inoltre a rendere lo sguardo piu’ luminoso. Le labbra vengono rimpicciolite dalla corretta applicazione di una matita scura, mentre il rossetto sara’ di tonalita’ naturale o addirittura assente per un trucco da giorno, bene le tonalita’ calde (rosso ciliegia, arancio, corallo) o addirittura nero o prugna per la sera.

——–

FONTE:
http://www.lapelle.it/

http://www.luomoconlavaligia.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...